lunedì 29 luglio 2013

L'attesa


Interno giorno. Poco giorno, tipo l'alba. Una luce appena nata, ma già prepotente e scanzonata filtra da tende ormai stanche di combattere. Impossibile continuare a dormire. Per qualche strana ragione il primo mattino o la tarda notte sono i momenti in cui il sonno viene disturbato dalle questioni più diverse, che suonano sempre e comunque come indispensabili, urgenti ed essenziali. Si parte dal perchè siamo al mondo, passando per la ricetta delle polpette del nonno, a quel titolo che devoricordarmeloora fino a domande come: quali erano i nomi  dei fratelli di Georgie? Iniziavano tutte e due con la A...Uno era Albert. Devo cercarlo su google. Adesso!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...