mercoledì 30 aprile 2014

Dica 33


"E' che adesso ho un figlio piccolo"
Me lo ripetevo ogni volta che arrivavo in cima alle scale e mi mancava il fiato. Ogni volta che la sera mi mettevo a letto alle nove, stremata. Ogni mattina che mi svegliavo più stanca di quando ero andata a dormire.
Lui, il bambino piccolo, soffre di una severa forma di eczema e bisogna idratarlo tre volte al giorno, bisogna rimanere vigili notte e giorno onde evitare che si graffi.
Ma lui è comunque sempre più veloce di me e così mi capita di ritrovarlo ricoperto di sangue fino ai gomiti, per una distrazione di due minuti. La prima volta che l'ho trovato così nel suo lettino stavo per svenire. 
Mi è mancato il respiro.
Mi continuavo a ripetere che era normale, comprensibile. Poi ho cominciato a dovermi sedere tra una passata di aspirapolvere sul tappeto e una in cucina.
No, non è normale.
Allora sono andata dal dottore.
Io odio andare dal dottore, da sempre. So che non c'è nulla di razionale in questa mia fobia, ma se posso, evito.
Ho cambiato mille dottori in questi mesi, ma poi sono tornata dal mio primo amore, quello di Williamsburg: un gigante polacco, completamente matto e con un ego enorme. 
Mi guarda con disapprovazione da quando, durante la prima visita, gli ho detto che non fumo e che bevo pochissimo alcol, mi ha risposto:
"Sai mentendo, oppure non sei italiana!"
Quando mi ha vista entrare ha alzato gli occhi al cielo. Non mi prende mai sul serio. Gli ho detto come mi sentivo e si è avvicinato con lo stetoscopio:
"Respira"
Respiro.
"No, non così, forte!"
Respiro forte.
"No, non stai respirando!"
Mi fa vedere come si fa. Sembra veramente che creda che io non lo sappia fare. Scuote la testa perplesso e mi manda a fare il test del respiro con l'infermiera.
Fallisco il test, miseramente. E lui se la prende con entrambe, con me che non sono capace di respirare e con lei che non è stata in grado di insegnarmelo.
Mi spedisce a fare un aerosol, pratica tra l'altro alquanto diffusa da queste parti.
Dopo 10 minuti di inspira ed espira, mi ricontrolla con lo stetoscopio spronandomi come se per me respirare equivalesse a segnare un gol in rovesciata, rimanendo sospesa in aria più a lungo di Holly e Benji.
Io provo a non deluderlo e do il massimo!
Per poco non collasso sul lettino.
Sempre più sconcertato dal mio comportamento da damina dell'ottocento, afferma:
"Ti faccio una radiografia, ma sono sicuro che non ci sia nulla, sei solo una donna fatua."
Non ha detto l'ultima parte, ma sono sicura che l'abbia pensata.
Ahhhh se l'ha pensata!
Sono lì seduta che aspetto il risultato quando si avvicina con un gran sorriso e fare gentile.
"Vieni seguimi, devo spiegarti una cosa"
Comincio a tremare.
"Lui non è mai gentile, deve esserci qualcosa di brutto"
Penso con il cuore che mi batte all'impazzata:
"Forse è meglio che chiami mio marito" lo imploro, disperata.
"No, non è ancora il momento" 
Più che una rassicurazione mi pare una condanna.
"E' qualcosa di brutto?"
Lo dico con un filo di voce.
"Tutto qui è brutto a parte me"
Really?!
Ma si può essere così idioti? 
Era polmonite e lui rimane il mio dottore preferito di sempre! Un po' perchè, in fondo in fondo, sono masochista un po' perchè rende la mia paura dei dottori più fondata :)
Noi, un po' guariti

11 commenti:

  1. :-)
    noi quest'inverno bimba grande con polmonite asintomatica...adesso passata la paura e la cura, ci avanza il dottore polacco pediatra che e' chiaramente il principe azzurro della piccola expaziente

    RispondiElimina
  2. Cavolo polmonite!! Ti ha dato dei cortisonici?? Per quanto riguarda il tuo piccolo x dermatite con sangue, anche il mio bambino a qs ex problema 100 cure senza arrivare a una conclusione!! Alla fine un bravo allergologo trovato la soluzione dopo ti invio la foto e solo dopo 2 gg il miglioramento favoloso, andrea sembrava un lebbroso altarino il lenzuolo e il pigiama era sempre tinto di sangue!! Qs cerotti in gel silicone deve cambiarli ogni 3 gg con un filo di crema cortisonica !!!

    RispondiElimina
  3. Hey ma tutte le fobie sono irrazionali, per definizione ;)

    RispondiElimina
  4. L'importante è che adesso state meglio! Hai un bimbo meraviglioso :)

    RispondiElimina
  5. Accidenti! Riguardati!
    Anch'io sono alle prese con l'eczema di Tegolina: non è grave ma anche per noi idratazione a palla!

    RispondiElimina
  6. polmonite... non so come sia possibile, ma prima che vivevo in italia non conoscevo nessuno che avesse mai avuto la polmonite, qui invece ce l'hanno tutti... pure io ce l'ho avuta (senza febbre e niente, avevo un dolore al petto, risultato: polmonite), pure D (tossiva da qualche giorno, responso: polmonite)

    mah...

    antibiotici?

    buona guarigione :-)

    RispondiElimina
  7. Accidenti però, comunque auguri a tutti e due.
    P.S. Siete bellissimi :-)

    RispondiElimina
  8. La polmonite quest'anno ha colpito molte persone anche qui in Italia. Per fortuna l'hai scoperta e curata!

    RispondiElimina
  9. Povero cucciolotto e povera te :( Io non ho paura dei dottori, ma semplicemente sto meglio lontana da loro!

    RispondiElimina
  10. Ma io non ci posso credere! Che sorpresa gigante! Che emozione vedervi, insieme, tu e... Tuo Figlio! Ti voglio scrivere, sono troppo felice! Augurissimi di tutto cuore! *.*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...