giovedì 22 marzo 2012

Small Apple in the Big Apple


Se vivi negli Stati uniti, stai per tornare a casa e l'Apple lancia un nuovo prodotto sul mercato, hai una percentuale che sfiora il 100% che qualcuno/a ti chiami, chiedendoti:
"Non è che me lo compreresti?"
Così ieri sono partita a caccia del nuovo Ipad, che 3 non si può dire, altrimenti quelli di Cupertino si arrabbiano. Mentre mi preparavo a snervanti ore di coda, riflettevo sulla misura e il significato del successo di questa azienda.

A seguito della prematura morte del suo fondatore, nel marasma di cose dette e voci altissime, sentii un punto di vista molto interessante. Ovvero, che l'intuizione geniale di Steve Jobs fu di aver applicato la bellezza alla tecnologia, così che i suoi dispositivi ti venisse voglia di accarezzarli prima che di picchiettare sulla tastiera.

In effetti sia che si tratti di un mac, di ipad o di un iphone per descriverlo spesso non si usano frasi come "è potentissimo", "ha un processore da paura", "Ha una grafica che spacca" (sto simulando un linguaggio giovane, consapevole che lo slang muta velocissimo e io possa risultare ancora più vecchia), ma appunto:
"E'  B E L L I S S I MO"
E la bellezza, si sa, è universale e intergenerazionale.
In tutta questa meraviglia di sguardi attenti e curiosi, la poesia è stata rovinata dal ricordo di un servizio dell'ABC sulla serie di suicidi degli operai cinesi che lavoravano alla Foxconn. Oltre alla drammaticità straziante della condizione di vita di quei lavorativi, ciò che mi fece imbestialire fu la chiosa del giornalista che ha girato il reportage, che alla prevedibilissima domanda della anchorwoman:
"Perchè un'azienda come Apple deve esportare il suo lavoro? Gli americani non potrebbero farlo meglio?gli americani fanno tutto meglio"
(no, la domanda non era proprio così, ma era per rendere il livello di spocchia raggiunto)
ha risposto:
"Puoi essere il paese che fai la fila per produrre questi prodotti o che fa la fila per comprarli. Mai entrambi"

Bisognerebbe forse considerare una terza via: essere un paese che evita di fare la coda. No, non intendo che non rispetti il proprio turno!



Per il Viaggiatore conFuso: A Manatthan ci sono ben cinque Apple store, quello ritratto nelle fotografie si trova al 767 fifth Ave ed è il più prestigioso, ma anche il più affollato. Se volete evitare le lunghe e leggendarie Applelines, vi consiglio di andare qui.

34 commenti:

  1. Ahhhh Apple! Ho atteso questo momento per mesi, ora però, che non mi serve più, hanno fatto uscire il 3. Qui c'è un unico apple store che serve tipo 4 stati, non scherzo. E' molto distante, ma, la prossima volta che ci capito, mi fiondo a giocherellare con l'iPad nuovo

    RispondiElimina
  2. nemmeno io mi aspettavo tutta sta abbondanza, a Boston e D.C.avevo fatto lunghissime code e spesso i prodotti si esaurivano prima della chiusura. Ieri è andata molto meglio del previsto. Quasi quasi ci torno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. torna torna, e poi riferisci tutto tuttissimo che voglio sapere come funge dal vivo :)

      Elimina
    2. ho fatto un paragone con quello precedente.
      Lo schermo ha una qualità NETTAMENTE superiore
      ma proprio un'altra cosa
      pesa un po' di più, ma nulla di significativo

      e la fotocamera finalmente si può fregiare di quel nome.

      però io non lo cambierei, nel senso se avessi comprato il 2 mi terrei quello e anche se avessi il mac air...come qualcuno di mia conoscenza

      Elimina
  3. Ho sempre pensato che non mi servisse, ma ora, più ne sento parlare, più lo vedo in giro, più mi viene voglia che sia mio. Proprio oggi mi sono ritrovata nell'Applecorner della Mondadori Duomo ad "accarezzare" l'iPad, ma anche il MacBookAir... Mi stanno prudendo le mani... Presto, carta di credito, scappa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non posso aiutarti in questo, di solito la mia frase è:
      "presto carta di credito, vieni a me"
      :D

      Elimina
  4. L'intuizione di Jobs l'avevano avuta già molti altri, specie proprio qui in italia.
    Detto questo Apple é un'azienda con grossi margini di guadagno sui prodotti venduti, spesso anche 2x, non é una che guadagna sulla quantità e non lo é mai stata. Quindi potrebbero mantenere gli stessi prezzi producendo in loco almeno parzialmente, ma il profitto é più importante, tanto bravo a parlare in pubblico e a presentare i suoi prodotti ma per il resto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te!

      Elimina
    2. leggo sulla posta "messaggio di manonsolo:sono d'accordo con te"
      penso: no, impossibile. c'è qualcosa che non torna
      infatti non era riferito a me, fiuhhh
      tutto come al solito
      :D

      Elimina
    3. From Uk, hai ragione ho sbagliato ad usare la parola intuizione, perchè quella da sola non basta. Ci vogliono anche la capacità e la scaltrezza di saper vendere.
      Non credo che Steve Jobs fosse un santo, tutt'altro, ma sono sicura che ci vedesse lungo.
      Inoltre quello che dici tu vale per i mac ma ti assicuro che di iphone ne hanno venduti tanti, ma tanti.
      Mi risulta sia stato il telefonino più venduto nel 2011
      http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_best-selling_mobile_phones#2012
      Numeri che fanno girare la testa come direbbe l'ingenier Cane

      Elimina
  5. Ciao niuiorchese! Io e Alessandro siamo stati lo scorso venerdì davanti al più famoso Apple storedi NY e abbiamo notato che la maggior parte della gente in fila erano con gli occhi a mandorla. Ci siamo chiesti che cosa ci facessero con tutti qui nuovi ipad, magari una vendita sottobanco nella Chinatown? Mah, chissà. Una cosa è certa, che non ce la raccontano mica giusta, le interviste alla gente in coda le facevano solo ai "bianchi"...chissà, mosse del marketing...baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che quando ci sono stata io c'erano in maggioranza italiani, sentivo dialetti di ogni regione.
      dipenderà dall'orario?

      Elimina
    2. ma pensa... Cmq pensavo di vedere più gente a NY con l'Ipad, sul metro', nei locali, sottobraccio. Ricordo che due anni fa, quando era per noi italiani un lusso per pochi, a Singapore lo avevano tutti, ma proprio tutti. Pensavo: chissà in America...chissà...invece ho visto molti che hanno il buon vecchio portatile, quello che mio marito dice che "è troppo pesante, usalo tu." :)

      Elimina
    3. secondo me l'ipad è un oggetto più amato dagli uomini che dalle donne, ma aspetto di essere smentita :)

      Elimina
  6. Ti sto scrivendo dal mio " bellissimo" i phone ;)
    Prendevo in giro mio marito che ci passava le ore... Io ora ho ereditato un suo vecchio modello e... Toglietemi tutto ma non il mio i phone!
    Internet h24!!!!
    Lo ammetto sono drogata di mele;)

    Ma lo sapevi che il simbolo della mela nasce dal fatto che stev era fruttariano e il suo cibo preferito erano appunto le apple?!?!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono varie scuole di pensiero sul logo apple. c'è chi pensa sia proprio metafora di NY, chi dice che riguardi i beatles, ma comunque il riferimento alla storia della mela caduta in testa a Newton è innegabile visto il priomo logo della apple che si può vedere qui http://www.troise.net/boliboop/wp-content/uploads/2007/04/newton_logo.jpg

      Elimina
    2. ma quante ne sapete?
      no no io sono troppo ignorante, dovrei passare la vita a leggere, leggere e leggere!

      Elimina
    3. il mio marito sempre informato dice che il cofondatore di Steve Jobs amava particolarmente le mele McIntosh (per caso le ho viste in un supermercato di Harlem, quindi esistono, questa volta mi sa che ha ragione...) http://it.wikipedia.org/wiki/McIntosh_%28mela%29

      Elimina
    4. troppo affascinanti tutte queste teorie!

      Elimina
  7. ho spesso odiato..."e me lo compreresti"!! Vivo all'estero da anni...e ancora mi capita...argh!! Amazing blog!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "amazing" woow per un attimo mi sono sentita giovane e fashion :)
      però dipende da chi te lo chiede l'acquisto, no?
      io in questo caso non ho fatto per nulla fatica a dire di si!

      Elimina
  8. ma io sapevo che proprio in cina c'era stato un problema con le file fuori dal negozio per comprare uno di questi aggeggini, al punto che non avevano piu' aperto i negozi per evitare litigi ecc... o sbaglio?

    RispondiElimina
  9. ti metto un paio di link:

    http://www.bgr.com/2012/01/13/chaos-at-beijing-iphone-4s-launch-causes-sales-halt-video/#utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+TheBoyGeniusReport+%28BGR+%7C+Boy+Genius+Report%29&utm_content=Google+Reader

    http://www.iphonehacks.com/2012/01/iphone-4s-launch-in-beijing-cancelled-due-to-unruly-crowd.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+iphonehacks+%28iPhone+Hacks%29&utm_content=Google+Reader

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene, bene cara Marica
      adesso scrivo una bella letterina a quell'odioso giornalista :)
      grazie della segnalazione

      Elimina
  10. Sto sbirciando nel tuo sito e leggendo la tua storia. Sorrido, hai descritto te stessa come io descriverei me (anche se sono ancora in attesa di partire). :)
    Complimenti per il blog, e per la vita che vivi!
    Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i complimenti non me li merito
      le cose mi sono capitate, ma ce la sto mettendo tutta per onorare questa fortuna :)

      Elimina
  11. Eh si, non posso che darti ragione. Il mio primo ipod, il primo che fecero a colori, ero troppo emozionata "papà dovresti vedere, lo sfiori e alzi il volume!!!" poco importava se era solo un giga di memoria... era troppo affascinante!

    RispondiElimina
  12. scommetto che il papà si è commosso davanti a quegli occhi innamorati e te l'ha comprato!

    RispondiElimina
  13. Bello questo post, ho letto delle curiosità che non conoscevo su apple..!
    Io sono gasata perché da poco ho preso l'iphone.. è vero che conquistano anche per la loro bellezza!

    GLORIA
    { Scacco alle Regine }

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti stai scaricando app a iosa?
      grazie mille di essere passata!

      Elimina
  14. ma le foto sono tue?? meriterebbero di essere messe come spot della apple@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, queste sono proprio tutte mie, senza nemmeno l'aiutino del mio severissimo maestro (marito)
      Grazie mille mi ha fatto enormemente piacere quello che hai scritto

      Elimina
    2. Ciao Micky,
      sono Ale, il collega di Gio e marito di Silvia. Mi associo ai complimenti, mi piacciono davvero le foto del blog! Devo dire che ho sbirciato anche quelle su fb, e mi piace il tuo occhio, sai cogliere aspetti e visioni particolari, non banali. Ma soprattutto mi piace il fatto che fotografi la gente (lo faccio sempre anche io)...le persone sono il simbolo della cultura di un luogo, e solo se ci stai riesci a capirne qualcosa e immortalarne un'instante di vita in un'immagine. E' facile fare belle foto di monumenti o alla natura, ma se voglio vedere una foto del genere mi compro un catalogo...invece la gente è più difficile da "catturare", specie nella quotidianità, e non tutti hanno la sensibilità di cogliere questo aspetto.
      Compliments!

      Elimina
  15. Grazie mille Ale, proprio un bel complimento, ma sono solo all'inizio. Anzi il merito delle foto su fb va tutto a Gio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...