giovedì 11 settembre 2014

Vacanze 2.0


Ehilà!
Difficile trovarle le parole giuste per ricominciare a scrivere dopo così tanto tempo, allora ho deciso di buttarla in caciara, come da far mio :)
Eccola qui la fusa che più fusa non ce n'è!
Ricompaio dopo lunghissimi mesi, un po' frastornata, stanca, con una moltitudine di insetti che hanno scelto casa mia come casa loro e una costante gioia appiccicata addosso. Letteralmente. Nel senso che il mio marmocchietto passa le sue giornate usandomi come scala, montagna, cavalluccio e chi più ne ha più ne metta!
Ma è molto bellissimo e poi sopratutto ordinato, composto e posato.





Quindi di che mi lamento?
Si ecco. Se proprio volessi farlo, potrei lamentarmi delle vacanze. Perchè le vacanze non sono più quelle di una volta. E non solo perchè in Italia non c'è stato un giorno intero di sole, almeno dalle mie parti. Ma perchè, insomma, dal compito di mamma non si va mai in vacanza e seppure fossi stata avvertita, rendersene conto in prima persona è un po' diverso.
La sensazione che i propri bisogni e i propri desideri  siano SEMPRE al secondo posto rispetto a quelli di un altro essere vivente è un po' difficile da digerire. Io non me ne ero accorta finché non sono tornata a casa. Nella mia casa da single, laddove ero effettivamente un'altra persona, facevo cose diverse e sopratutto avevo una quantità infinita di tempo mio, solo mio, da gestire come mi pareva. Ecco a sto giro non c'era più tempo.
Tempo per uscire la sera, di mangiare a letto, di guardarmi una maratona di real time, di dormire fino al pomeriggio, di leggere un libro intero tutto d'un fiato o semplicemente di non fare niente. Di starmene sul divano a guardare il lucernario tutto il pomeriggio.
C'avevo una vita super movimentata prima, nevvero?
Ma infatti quella di adesso è davvero molto meglio e mi piace 5000000 mila volte di più così, non sono mai stata più felice e appagata di così, però fare i conti con il fatto che l'altra vita sia svanita, mi ha fatto un tantino strano. Sono l'unica? Ditemi che è successo anche a voi di rimpiangere cose futili e se vogliamo pure inutili che però facevano parte di voi, in qualche modo.
Comunque bando alle ciance!
Da lunedì si parte con la storia promessa millemila mesi fa.
Allacciatele cinture perchè vi porterò sulle montagne russe.
Vi abbraccio e vi aspetto






12 commenti:

  1. Bentornataaaaaaaaa!!!!!!!!! e......sì, mancano quelle cose di prima, ma si è mille mila volte più felici, e......no, quelle cose di prima non tornano più, anche quando sembra di sì, perché magari i marmocchi sono a nanna dai nonni, o, esageriamo, in vacanza dai nonni e tu stai sola soletta nella tua casa.......allora ti sembra di poterti riprendere delle cose, ma la testa.......ah la testa è proprio diversa.......niente, diventi mamma e, sbam! senza ritorno. è fantastico, vero?

    RispondiElimina
  2. Gli insetti hanno invaso anche casa nostra e puntano dritti sul seggiolone che è pieno zeppo di rimasugli di pappa oppure tutto attorno visto che adesso siamo arrivati al lancio delle cose e quindi anche del cibo!
    Capisco benissimo quel che dici: a volte rimpiango quella vita in solitaria per quanto questa sia così diversa e così speciale da non poter essere paragonabile ad altri momenti della mia vita passata. Ma è evidente che la nascita di un bimbo segna un nuovo inizio sotto molti punti di vista!

    RispondiElimina
  3. Bentornata Donna! Ma si che e' normale, anzi ogni tanto scappa pure un "ma chi me l'ha fatto fare". Tutto nella Norma ;-)
    Bellissimo il tuo cucciolo!

    RispondiElimina
  4. Ci penso sempre anch'io a questa cosa!

    RispondiElimina
  5. Tutto nella norma, direi che puoi procedere tranquilla.

    RispondiElimina
  6. Ma ciaooooo fusa!!!!ti ho aspettato. Eccome rimpiango quei momenti anche se non si tornerebbe mai indietro, credo forse che bisognera' aspettare almeno la maggiore eta', anzi poi arriveranno altri grossi pensieri.
    Mio fratello e' dalle tue parti x un mese e mi sta riempiendo di foto della tua city spettacolari!!! Ah quanto vorrei essere li.
    Sara

    RispondiElimina
  7. Io sono quasi 4 anni che aspetto di avere qualche giorno in cui vengo prima io... per adesso mi accontento di qualche ora... quando capita.
    E che odio quelle che dicono: hai voluto la bicicletta, pedala!
    Comunque mi è spiaciuto non vederci, ho avuto un'estate travagliata anche io...

    RispondiElimina
  8. Bentornata cara! Beh, penso che abbandonare improvvisamente un certo tipo di vita per dedicarsi a un altro non sia facile, anche se è per una cosa che ci rende immensamente felici :)
    Sono sicura che ce la farai, ti abbraccio

    RispondiElimina
  9. Bentornata! No, non preoccuparti...sei in ottima compagnia! Più che normale rimpiangere un po' la se' di prima... Ma, come dici tu, nessuno tornerebbe indietro.

    RispondiElimina
  10. bentornata, aspettiamo con ansia la storia :-)

    riguardo la "vita di prima" io mi ritengo veramente fortunata che prima ho avuto il tempo di fare tutto e piu' di tutto, per cui non ho avuto grandi rimpianti, a parte il dormire fino a tardi al mattino o sorseggiare un caffe' bevendo un libro.... ma poi arriva l'asilo e si recupera qualche ora al giorno (per pulire casa, fare la spesa con calma...e magari sorseggiare un caffe' e leggere un libro)

    Ace e' sempre piu' bello!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...