lunedì 4 febbraio 2013

Santi Licheri



La vita è complicata, difficile, improvvisa, violenta, faticosa, sorprendente, sfacciata e beffarda.
La vita non è vero che ti sorride se gli sorridi, perchè essenzialmente è una lunatica intrattabile e può decidere di mandarti a quel paese pure se ti è venuta una paralisi alla mascella a forza di mostrare i tuoi dentini allegri.
La vita si fa i fatti suoi e va dove gli pare e tu davvero puoi solo decidere se farti trascinare dall'ultima ruota, salire sopra il carretto o cavalcare il cavallo bendato, blandendo un lazzo al grido di hiu u uuu.

Tanto la direzione la decide sempre e comunque lei.

Deve avere calcolatrici supersoniche e calendari più complicati di quelli dei Maya, sta di fatto che riesce   sempre ad essere un passo avanti. Che poi a me nemmeno dà fastidio arrivare per seconda, che non ho mica la sindrome di Toto Cotugno, per carità: vai, vedi e vinci, Vita mia!
Ma lei non corre avanti per arrivare per prima al traguardo, no,no.
Lo sa il cielo perchè, ma a lei piace saltar fuori all'improvviso e fare lo sgambetto.
La vita rompe i piani, le promesse e pure qualcos'altro.
E si sa che quando le robe si rompono, poi riattaccare i pezzi non è facile, anzi. Alle volte è meglio costruire qualcosa di nuovo, con nuovi strumenti da un'altra parte.
Andavo al liceo l'ultima volta che mi sono messa a fare un puzzle. Era uno enorme. Difficilissimo. Avevo preparato piani di appoggio sicuri, scatole per dividere  i colori, ambiente disinfettato e protetto dove era impossibile perdere uno spillo.
Nonostante tutte le mie misure precauzionali, arrivata alla fine mancava un tassello.
L'ho cercato in lungo e in largo, non c'era.
Volevo scrivere alla casa produttrice per lamentarmi e sfogare la mia frustrazione,  ma ancora non era il tempo delle email e carta e penna richiedono impegno, convinzione e determinazione. Troppo per una sedicenne.
Più facile rassegnarsi.
Il giorno prima che il puzzle venisse incollato e  incorniciato, mentre ero alla fermata del pullman, ho infilato una mano in tasca e ho sentito qualcosa di strano.
Troppo grande per essere una moneta, troppo piccolo per essere un goleador.
Era il mio pezzettino di puzzle mancante.
Non è caduto lì per caso, ce lo ha messo lei, la vita.
Perchè ogni volta che proprio non la sopporto più, che me la vorrei strappare di dosso, lei fa qualcosa per farsi perdonare.

Lo farà anche questa volta?
Non lo so, diciamo che mi ritiro per deliberare.
Ma tornerò, perchè la vita ha deciso che io sono fatta per rompere i silenzi e anche qualcos'altro!

Vi auguro di trovare resto il vostro pezzettino mancante, in tasca o in qualunque altra parte.
Se avete voglia raccontatemi dove lo state cercando.

Sempre vostra Donna fusa, confusa e con fuso


40 commenti:

  1. Il mio pezzo mancante è ancora per l'appunto "mancante" e quindi mi ritrovo, mio malgrado, ad aspettare.
    Che bello questo post, anche se le cose non sono dette chiaramente,anzi direi che sono più che altro sussurrate, ma ti auguro che almeno un nuovo pezzo del puzzle possa trovare un incastro, magari non lo completerà, ma sarà comunque un pezzo in più.
    Buona fortuna Donnaconfuso, per tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si, non chiedo di finirlo ma almeno di iniziarlo :)
      Io ti auguro di essere serena nell'attase

      Elimina
  2. Ciao Donnaconfuso, molto intenso questo post come intensa è la vita. Un unico arrivo e migliaia percorsi.
    Credimi io non sto cercando il mio pezzo mancante, forse è il pezzo mancante che cerca me, chi lo sa. Per ora sono qui a mettere insieme molti pezzi di vita.
    Non te ne andrai per molto, vero?
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sparisco ;)
      Adesso sono proprio curiosa di sapere chi è che ti cerca!

      Elimina
  3. bellissimo questo post
    io sono un tipo di puzzle molto bizzarro, di quelli che quando pensi di aver trovato l'ultimo pezzo ti accorgi che ne manca un altro

    RispondiElimina
  4. Ilmio pezzo mancante è la Scozia, ma credo di essermi abituata al puzzle incompleto e a cercare tasselli che sembrino riempire quel posto e che si incastrino per un po' e poi via ... A dir la verità concludere il puzzle mi farebbe un po' paura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste donne irrisolte! meno male che ci sono

      Elimina
  5. Questo post mi tocca molto...anche io sto cercando il mio pezzo mancante, sto cercando quel pezzo che inserito al posto giusto e nel momento giusto riesca a darmi la scossa, a indicarmi la giusta direzione da prendere, a dipanare la matassa dei miei pensieri contorti...dopo una collezione di pezzi che non combaciano ora voglio, pretendo quel pezzo che si incastri perfettamente nella mia vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ohhh e diciamolo a gran voce, fosse mai che qualcuno ci ascolta!
      Io sono con te

      Elimina
  6. questo post mi ha fatto pensare... quando mai incontrerò il mio pezzettino mancante?? Chi può saperlo dove sarà! un passo alla volta, x ora sto facendo la tesi.. forse il pezzettino arriverà fra qualche mese quando sarò per la strada alla ricerca di un qualcosa da fare!! Quindi io dovrò solo aspettare! un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora un grandissimo in bocca al lupo!

      Elimina
  7. Ti auguro di trovare di nuovo il tuo pezzo . Bellissimo questo post. Sai come emozionare

    RispondiElimina
  8. Io so molto poco del mio "pezzetto mancante" ma almeno so dove si trova e so che forse mi sta aspettando! :o) un caro abbraccio Patty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i brividi mi hai fatto venire!
      Non vedo l'ora che arrivi quel bel pezzettino amoroso :)

      Elimina
    2. E io ti auguro che il citato punto n° 5 completi il tuo puzzle quanto prima......

      Elimina
  9. Perche' il titolo Santi Licheri? Sono l'unico a non averlo capito? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. verso la fine del post c'è un "mi ritiro per deliberare", la frase tipica di Santi Licheri (giudice di Forum, la trasmissione televisiva).

      Elimina
  10. ma no, e' il mio motto "sorridi e la vita ti sorride" :-)

    vedi, quando hai smesso con l'idea di lamentarti, arrabiarti ecc, la vita ti ha messo il pezzetto in tasca e ti ha fatto sorridere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco lo sapevo che finiva che era colpa mia :P

      Elimina
  11. mi sa che per ora il mio puzzle è completo, ho trovato il mio pezzo mancante ... chissà se sarà così iniziandone un altro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me ne fai uno via l'altrodi questi puzzle?
      Brava Elena!

      Elimina
  12. Bellissimo post... !
    Che bello saper scrivere in questo modo, saper esprimere a parole ciò che passa nella testa. Per ora non ho pezzi mancanti, forse perchè mi accontento di osservare quel piccolo pezzo di puzzle costruito finora. Non voglio finirlo, mi basta così!

    Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei una donna molto saggia!
      Ti abbraccio

      Elimina
  13. Il mio pezzo mancante so esattamente qual è, ma l'ho perso. Chissà se prima o poi lo ritroverò...
    Intanto, buona fortuna!

    C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :( buona fortuna a te C.
      spero tanto che lo ritroverai

      Elimina
  14. Tutti cercano o aspettano il pezzo mancante, il bello é che la maggior parte ignora che é già dentro di noi. Bisogna togliere, fare spazio per trovare dentro noi stessi, non continuare ad aggiungere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. parole sante!
      Me lo dico spesso di concentrarmi su quello che ho e non su quello che mi manca, ma evidentemente non è abbastanza.
      Grazie!

      Elimina
  15. Io il puzzle l'ho incorniciato col pezzo mancante,allora provavo rabbia e frustrazione ogni volta che lo guardavo:ora mi fa ricordare che a tutti (un po' )manca qualcosa
    ed è per questo che siamo sempre in ricerca.
    Però se leggiamo i tuoi pensieri ci vogliamo più bene e andiamo avanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah se me lo ricordo, eccome che me lo ricordo quel tassello mancante!
      ma quel puzzle era orrendo, bisogna che te lo dica :)

      Elimina
    2. Comunque resiste al tempo!

      Elimina
  16. Io ho un pezzo mancante e uno rotto..che dici, lo riparo e aspetto di trovare quello perso?
    Mi ritiro anch'io per deliberare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaha
      c'è la fila nella stanza delle deliberazioni

      Elimina
  17. Anche se il mio puzzle e' finito,ho la sensazione che manchi sempre qualcosa o che un pezzettino sia incastrato male,e' quella leggera ansia che ti accompagna e che vorresti scacciare,ma che in certi particolari momenti della tua vita si fa sentire,ma non ci voglio pensare ed e' meglio sorriderci su

    RispondiElimina
  18. io credo che un pezzo di puzzle manchi sempre a tutti noi..a volte non ci pesa ma a volte sembra che sia indispensabile e ci arrovelliamo per cercarlo e non apprezziamo l'incompletezza di quello che abbiamo.. la vita, questa st....a, è così! come dici tu: decide tutto lei anche se le sorridi.. ma noi cerchiamo di sorridere comunque, cara mia.. un abbraccio stritoloso!

    RispondiElimina
  19. Io ho sempre un pezzo mancante e credo che se non ce l'avessi farei di tutto pur di averlo. E no, se mi concentro su quello che ho e non su quello che mi manca non ce la faccio lo stesso a non sentire l'assenza. :*

    RispondiElimina
  20. E' "rassicurante" leggere di non essere da soli a cercare il pezzetto mancante del puzzle...o forse più di uno! Penso la tua metafora renda perfettamente l'idea: spesso ci arrovelliamo il cervello e ci torturiamo alla ricerca di qualcosa che è sempre stata a portata di mano...ci risparmieremmo la frustrazione se confidassimo nella vita e credessimo che prima o poi arriverà il momento in cui ci farà mettere la mano in tasca.

    RispondiElimina
  21. be' che dire ..io a volte rimango interdetta di come la mia vita si burla di me o meglio mi sprona a provare, riprovare, soffrire, stringere i denti, sperare e finalmente arrivare..si perchè per arrivare a un'aspirazione o a uno step della vita io ci metto tempo, tanto tempo ... nel mentre mi capitano una serie di sfortunate coincidenze che remano contro al mio obiettivo . e mi capitano talmente spesso che non le racconto piu' x nn essere vista come la povera ragazza sfortunata. Mi chiedo perche' cose come avere un lavoro onesto (nn pretendo chissa' che lavoro ma dignitoso), una famiglia , una gravidanza , un cambio casa ecc alle altre persone riesce con facilità ma a me no ..so che le otterrò ma prima devo sudarmele. .per questo ho tanti puzzle iniziati e credo di nn riuscire a finirli in quanto i pezzi rimanenti di ognuno si sono irrimediabilmente mischiati coi pezzi deglii altri ...
    io pero' non demordo e li cerco ma se è difficile comporne uno di puzzle da 5000 pezzi figurati 5 o 6 contemporaneamente e i pezzi di tutti in un'unica scatola!!!!!!
    ora non so se quando li terminero' rimarra' un pezzetto mancante
    ma in quel caso mi aguro che la mia vita dopo tanta costanza mi dia un aiutino come ha fatto con te.
    continua a scrivere , per me è importante sognare e pensare di avere un filo diretto che ci unisce seppur tanto lontane . salutami tanto ny che mi manca ...
    unn bacio e un abbraccio !
    Monia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...