martedì 4 dicembre 2012

Un passo alla volta


Raccontami di te, di grazia:


Sono nata in un paesino di 5000 anime, cosa che mi è parsa da subito una condanna. Sognavo e speravo che il destino avesse altro in serbo per me.
"Quando sarò grande le cose cambieranno, io sarò diversa. Meno timida, meno intimorita, meno io."
Lo dicevo fiera e nel mentre mi mancava il coraggio di andare in bagno da sola, allacciavo il maglioncino intorno ai fianchi per nascondere forme che comunque non avevo ed aspettavo. Aspettavo che la mia vita di ogni giorno assomigliasse almeno un po' a quella di Yu prima e di Brenda Walsh poi. Ecco, magari speravo di non ridurmi come Sabrina, a parlare con un gatto orrendo, ma sentivo che mi mancava la magia e così riempivo i diari di cose scritte, in attesa che diventassero reali, tangibili e vibranti.


Lezione numero uno: desiderare non basta.
Correva l'anno 1981 e quel Natale Gesù bambino non mi portò il tanto agognato dolce forno.
Ho capito che avrei dovuto impegnarmi più che potevo per fare in modo che la mia vita assomigliasse almeno un poco a quella che mi disegnavo addosso nelle mie fantasie.

Potevo essere più forte, potevo essere indipendente, dovevo solo dimostrarlo a me stessa. Così a diciott'anni decisi di trasferirmi a Milano. Era la metropoli che mi stava aspettando, erano gli anni dell'Università, ero nuova di pacca. Ero felice.

Lezione numero due: la felicità non dura a lungo. 
Il mio Cicicciobello piangeetrema ha pianto una volta sola e a me tremavano le gambe per l'emozione. Poi ha deciso che basta, era meglio il silenzio. Dalla gioia immensa alla frustrazione totale in trenta secondi netti. 

Sono tornata a casa, con le pive nel sacco e l'imbarazzo, quasi la vergogna di dover ammettere di non avercela fatta. Ero nuovamente tra le 5000 anime, perché tra quelle ce n'erano un mucchietto che per me erano indispensabili, proprio non riuscivo a farne a meno.
Mi faceva un po' male qui, tra il cuore e lo stomaco quando qualcuno incontrandomi per strada mi chiedeva:
"E tu dove vivi? Dove lavori? Sempre a Milano?"
"No, non più... da circa 5 anni".
Non mi sentivo triste, però, vivevo tranquilla, compravo vestiti e scarpe fino a riempire l'armadio e quando non c'era più spazio, compravo un altro armadio. Tutto si può dire tranne che non facessi girare l'economia! Sapevo che c'era qualcosa di strano, ma evitavo di interrogarmi.  Mangiavo poco e mi ammazzavo di fatica correndo su un elliptica cigolante.
Inconsciamente io mi stavo preparando anche se ancora non sapevo per cosa.

Lezione numero tre: non disperare nel presente, ma credi fermamente e il sogno realtà diverrà.
Sì. lo so che la lezione numero tre contraddice la lezione numero uno, ma ci sarà pure un motivo per il quale io sono una donna confusa, no?
Nel luglio 1991 quando è nato mio fratello, io mi sono sentita davvero come quel granculo di Cenerentola. E da lì a diventare una pretty woman il passo è stato...lunghissimo, ma è arrivato!

Non avevo più la smemo a raccogliere i miei pensieri e quindi ho cominciato a scrivere racconti. Storie che sembravano fiabe e che incredibilmente hanno anticipato gli eventi. Come se davvero fossi riuscita a trasportare nella realtà qualcosa che popolava solo i miei sogni.
É arrivato il principe azzurro e mi ha portato nel suo regno negli Stati Uniti, sul suo cavallo bianco in economy. 
Eravamo insieme, Washington era bellissima e pensavo di non poter essere più felice. Invece no, potevo. Lo sono stata per tre mesi e poi abbiamo perso il  bambino che stavamo aspettando.

Lezione numero quattro: Cadere dall'alto fa molto più male.

Questo l'ho imparato in quel frangente e non ho retto. Sono crollata e ho sofferto in un modo che solo a parlarne mi viene la nausea. Non mi importava nulla di vivere all'estero, non mi importava nulla di aver incontrato l'uomo della mia vita, mi avevano portato via una parte di me e non potevo farcela. Ho rinunciato a vivere. Per tanto tempo. Ore, giorni e settimane chiusa in casa, con le tapparelle abbassate e solo il mio malessere a farmi compagnia.
Se penso a quei giorni, penso al silenzio. Non sentivo mai la mia voce e non intendo quella che sentono gli altri. Parlo della voce della mia coscienza che mi bacchetta o mi premia, che mi consola e mi assolve e che mi fa tanto ridere. Io adoro prendermi in giro. Allora, invece, tacevo a me stessa ed era terribile.

Lezione numero 5: ahi! forse a tanto strazio cadde lo spirto anelo e disperò, ma valida venne una man dal cielo e in più spirabil aree pietosa la trasportò!
Terza media. Ho dovuto imparare a memoria "Il cinque maggio", capendo la metà delle cose che ripetevo in mezzo alla classe, con le guance rosse di imbarazzo. Però questa frase ha avuto da subito un sapore diverso.

La mia mano dal cielo è stata la filosofia. Ho cambiato la mia filosofia di vita. Mi sono dapprima costretta a godere di ciò che possiedo, senza torturarmi con l'ansia di ciò che mi manca e poi il tutto è diventato automatico e spontaneo. Ho imparato che il mio dolore non vale di più, né è più grande di quello degli altri, non è una medaglia di cui andare fiera, né un nascondiglio in cui rifugiarsi. É un momento, un passaggio una ferita da far rimarginare. Ammetto che anche il trasferimento a New york  mi ha aiutato tanto...e vabbè  confesso di essere anche ricaduta nello shopping compulsivo, però sono guarita!

La lezione più importante: Divieni ciò che sei.

Vivo a New York. Cammino per le sue strade, respiro energia e smog e mi sento tremendamente fortunata. Mi ispirano le luci di Midtown, mi commuovono i tramonti sulla skyline, mi seducono i negozi di Madison ave e mi divertono gli hipster dei Villages.
Mi scopro imbambolata a fissare bambini di tutti i colori sulle altalene, donne arrivate direttamente da altre epoche e uomini che portano sul viso la loro storia.
Sono in cammino, mi guardo in giro, imparo e provo a migliorare. Piano piano. Chi sono lo so, devo solo diventarlo. Intanto mi diverto a raccontarlo.


Ah potrei anche diventare una blogger per Grazia, se avrete voglia di votarmi. La loro ambasciatrice dell'italian life style a NYC. Troppo? Allora meglio, una spia in incognito che riporta alla madre patria tendenze, pazzie e invenzioni che spopolano da questa parte dell'oceano.


Vota Antonio, vota Antonio e anche Donna con fuso!
É facilissimo, nessuna registrazione, nessuna mail, niente di niente, basta cliccare sul cuore rosso dell'amore :)

95 commenti:

  1. io ti voterei pure, ma non ci riesco :-/
    il link mi pare non funzioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, non funziona! Non ancora credo e spero che sia questione di qualche ora :)
      Grazie mille, comunque!
      Ti stavo per chiedere che ci facevi sveglia a quest'ora, ma da te non é notte fonda, sono io che dovrei dormire!!

      Elimina
    2. l'anonimo sono io se non s'era capito :)

      Elimina
    3. votato! :-)

      [in effetti era tardino anche da me]

      Elimina
    4. io oggi sono uno zombie

      Grazie mille!

      Elimina
    5. Ma guarda un po'?! C'è anche Marica che ti segue?! Com'è piccolo il mondo dei blogger! :P

      Elimina
  2. Che bello leggerti, scrivi bene e riesci a far sentire quello che scrivi, continua a farlo per favore.
    Mmmmmmmm, il link non funziona ancora .....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta, sei davvero carina!

      Adesso funzionaaaa :)

      Elimina
  3. Tesoro non funziona così prima devi tu registrarti su Grazia loro vagliano la tua registrazione ad alcune ci sono voluti anche dei giorni poi il logo di Grazia (quello nero) loro te lo danno bianco e rosso con scritto Runner e appari sul loro sito con il tuo blog ed il famoso cuoricino da cliccare. Spero si sbrighino a darti l'approvazione intanto aspettiamo con le dita incrociate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e purtroppo Carrie funziona proprio così :(
      Prima bisogna mettere il post e poi attivano il link per votare

      Io mi sono portata avanti per via del fuso orario

      Elimina
    2. dimenticavo! grazie per la tua mai, è stata la spinta che mi mancava :*

      Elimina
  4. Questo post mi piace un sacco...Racconta di te...

    RispondiElimina
  5. wow uno schiaffo in piena faccia ma in maniera buona.
    Un post totalmente diverso dagli altri più crudo e schietto e affascinante di conseguenza.
    Spero la vita continui a regalarti i sogni che cerchi di realizzare e mi raccomando non fermarti mai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come dice il saggio: chi si ferma è perduto!

      Elimina
  6. Uno dei tuoi post più belli. Non sapevo...non credevo...mi dispaice..ti capisco.
    Anche io ho tentato di partecipare al concorso iwant you ma non mi funziona il link e vedo neanche a te. Ho scritto loro ma non mi hanno risposto. Peccato.
    Se tu riesci a riattivare il link ti voto di certo
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Raffaella

      Il link funziona adesso se ti va scrivimi in privato che vediamo di capire insieme perché il tuo non funziona, ok?

      Elimina
    2. Grazie, mille. Magari ti scrivo in privato lo stesso, ma abbandono l'idea dei voti perchè mi sa che ormai li ho persi per strada.

      Elimina
    3. Ciao Raffaella, invece prova!. Io mi ero iscritta e non aveva funzionato nulla. Ed ho pensato che non mi avevano selezionato, che non andavo bene e via con le insicurezze. Invece era solo una questione di linea. O se vuoi una questione di sfortuna. Questo concorso mi piace molto. Sta tirando a galla un sacco di belle penne. I numeri di voti non sono importanti. Lo sono i contenuti dei bellissimi blog che si sono candidati. Permettici di scoprire anche il tuo mondo. Cara donna con fuso, ciao! Siamo concorrenti! Ma ti meriti un voto lo stesso!!

      Elimina
    4. Concordo Raffy, devi provarci!
      I voti li recuperi, ancora nemmeno si sa quando chiudono le iscrizioni!

      E grazie Mammadifilippo, davvero complimenti per la sportività, ora corro a votarti ance io :)

      Elimina
  7. Grazie!
    E' un post toccante, ispirato ed ispirante
    In bocca al lupo!
    :)

    RispondiElimina
  8. Mi piace questo post e mi piaci tu. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello tutto questo piaccicamento :)
      Grazie

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, e ti ho votata da molteplici pc.
      E grazie.

      Elimina
    2. fai come i pianisti del parlamento?
      ;)
      Grazie a te

      Elimina
  10. Anch'io vedevo creamy ma forse non dovrei dirlo...
    Cmq... è davvero importante il fatto che tu ora stia apprezzando ciò che hai... poi tutto arriverà :-)
    Ora voto!
    Hola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi andare fiero del fatto che gardavi Creamy, altrochè. E' la donna più bella del mondo :)

      Elimina
  11. Mi ha davvero emozionata leggere questo post! Brava!! ^_^

    RispondiElimina
  12. Aspetto che il link funzioni per correre a votarti! ;)

    RispondiElimina
  13. che emozione......ma quanto mi piace leggerti, sei sempre il primo blog che apro sperando di trovare i tuoi post.Ancora non si riesce a votare un caro saluto

    RispondiElimina
  14. Sei TROPPO FIGA, Donnaconfuso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu sei troppo crazy No, Grazie. Mi mancavi

      Elimina
  15. ...fatto.Ho votato!!!!!!
    Per il resto, non so commentare questo tuo ultimo post, è troppo....troppo!!!!
    Io mi trovo ancora tra le mie 5000 anime, con lo stesso lacerante dolore che provi tu che ne sei lontana. Io ci sto con la consapevolezza che il mio principe, seppur sforzandosi in mille maniere, non ha potuto portarmi via, e ne potrà farlo mai, incatenati come siamo in questo spazio-tempo... tieni duro, perchè tu almeno ci hai provato, a fronte di tanto dolore, ma pensa a chi ci continua a starci, arrovellandosi sul fuoco del "se avessi".....
    Baci.
    M.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. M.A. sono anche le mie iniziali, pare che abbiamo tante cose in comune.
      Non è mai troppo tardi per nulla e comunque la felicità la si può trovare ovunque.
      però "se avessi" non aiutano, credimi
      guarda avanti, non indietro.
      Anzi guardati intorno che sono sicura vedrai un sacco di cose bellissime

      Elimina
  16. Bellissimo post, davvero. Votato!

    RispondiElimina
  17. Votata e conosciuta un po' più a fondo grazie a questo post. In bocca al lupo! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi!
      Sono un po' come una cipolla,
      uno strato dopo l'altro. Però puzzo meno :D

      Elimina
  18. Votato...questo post mi ha commossa...

    RispondiElimina
  19. Ti leggo da tanto, ma non ho mai commentato (o forse sì?!?) il tuo blog mi ha catturata ma questo post...è ad un altro livello...spero che vincerai, te lo meriti.
    vado a votarti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, non vinco mai. Ma se non facesse troppo hollywood direi che messaggi come il tuo sono già una vittoria.
      Ops, l'ho scritto :)

      Elimina
  20. votato :) ma quel volto sei tu?

    RispondiElimina
  21. Votato anche io, brava, originale e sincera.
    Grazie per avermi offerto questa pausa di riflessione :-)
    F

    RispondiElimina
  22. Ti ho votata sul link di facebook,volevo farlo anche sul tuo blog,ma non ci sono riuscita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. funziona adesso!
      Si può votare solo una volta al giorno!

      Elimina
  23. tesoro sei bella bella e io non vedo l'ora di conoscerti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voi siete belli, bellissimi. Vi penso un sacco, anzi ora ti scrivo!

      Elimina
  24. E io, invece ...il passo lo devo ancora fare ...per adesso indosso un cappellino con le iniziali " NY " ....poi si vedrà ....Saluti da Pisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani è comunque sempre un altro giorno!
      Bon courage!

      Elimina
  25. (............................................... )

    Che dire stai diventando perfetta?!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh eh
      solo più brava ad indorare la pillola
      :*

      Elimina
  26. Sono contenta partecipi anche tu. Entri anche tu nei miei voti quotidiani. Bel post, molto ma molto più bello del mio che da castrona quale sono l'ho scritto in due minuti e male:-)

    RispondiElimina
  27. bello, come d'abitudine!! mi hai fatto ridere, commuovere,hai parlato di te ma,inconsapevolmente,anche di me, di noi tutti che proviamo a divenire ma siamo ancora "in fieri".
    e poi: ma che gran figa che sei!!!:)
    votantoniovotantoniovotanatonio (ti ho votata!!)

    RispondiElimina
  28. ti voto pure io e ...mi dispiace davvero di cuore per la perdita del vostro bimbo. sara' che sono priva di sonno e tanto ormonale ma mi sono messa a piangere come se ti conoscessi di persona e ti mando un abbraccio vero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fortuna ora riesco a parlarne senza piangere, m gli abbracci servono sempre. Grazie

      Elimina
    2. oggi mi sono arrivati un altro gruppo di scatoloni di babbo namazon e ho pensato a un tuo post dell'anno scorso dove raccontavi del portiere e dei tuoi pacchetti...e' passato gia' un anno e anche di piu da quel tuo post che penso di aver commentato la prima volta,sui fiori di vetro che ho visto anche io al Bellagio ..la cosa bella di chi scrive come te e' che diventa davvero una compagnia fissa, specie per chi come me e' appunto un po' isolato da casa e quindi si crea questo salottino expat del caffe' davanti al pc al mattino, dove si annullano le distanze spaziotemporali :-)
      sei brava e mi auguro che avrai fortuna con la scrittura, giornalistica e non !

      Elimina
    3. No va bè, volevi proprio farmi commuovere, confessalo!
      Ho i brividi in ogni dove.
      Un grazie che così grande non l'hai visto mai!
      Mi
      (mi firmo pure)

      Elimina
  29. Lezione numero 6: noi siamo quello che facciamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu dici? Non sono convinta.
      Ci ho fatto una discussione di ore su questo topic

      Elimina
  30. Votata! Volevo farlo ieri, ma non funzionava!
    Brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh lo so, ieri ho fatto casini (come al solito!)
      Grazie mille!

      Elimina
  31. Che bello leggerti! E questo post era proprio bello bello!!!
    Votata!!
    Un abbraccio!! :)

    RispondiElimina
  32. Ciao, ho letto che a distanza di 24 ore si puo rivotare , lo sapevi ? Io ti rivoto!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si lo sapevo, ma allora c'aveva ragione il Fdmc che quella frase sopra il banner non è chiara!
      cavoli odio dargli ragione!

      vota, vota e io ti ri ringrazio!

      Elimina
  33. che bel post. ma già lo sai. allora ti dico che ti ho votata. ...e che ho pianto... anche stavolta... ufffffff...!!

    RispondiElimina
  34. Sono approdata al tuo blog da qualche ora e sono felice di trovare questo post in cui ci racconti il tuo viaggio verso New York e verso ciò che sei, una bella presentazione per me che sono una nuova arrivata e un racconto davvero emozionante. Vivi in una città dove ho lasciato un pezzettino di cuore, da qualche parte nei vialetti del Village.
    Sarà un piacere continuare a leggerti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara!
      e lo so Nyc è così, dovrebbero studiarci su. un po' come hanno fatto il mal d'Africa

      Elimina
  35. ti ho votata e lo farò ogni giorno mi piacerebbe molto leggerti anche su Grazia, te lo meriti proprio. Appena scrivo un nuovo post suggerisco anche sul mio blog di votarti :) In bocca al lupo e fingers crossed!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo!
      sai che sentirmi dire "te lo meriti" mi fa sempre venire un po' di angoscia, devo lavorarci su :)
      grazie mille

      Elimina
  36. VOTATA!
    E ora commento il post, perchè questo post merita un commento e meriterebbe pure un abbraccio!
    Bello, toccante, mi hai fatto piangere...Mi sono riconosciuta in molti dei tuoi sogni...
    Un bacio e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'abbraccio più bacio, per il voto e sopratutto per le tue parole!

      Elimina
  37. Bellissimo post.
    Votata. Good Luck!

    RispondiElimina
  38. mi sono commossa. parecchio.

    baci
    ste

    RispondiElimina
  39. Nice tips. It is actually incomprehensible opinion now, but also from general, that usefulness in addition to significance is usually overwhelming. Thanks once again and all the best.

    RispondiElimina
  40. Tanto tempo fa ho letto una tua storia...già si capiva che eri brava! La tua storia e' bellissima...mi hai fatto ridere e commuovere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eleonora!
      Che emozione leggere il tuo commento, ho capito subito che era qualcuno che conoscevo, poi la torta meravigliosa mi ha svelato il nome :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...