martedì 25 ottobre 2011

Non abbassare quel finestrino


da google
Siamo fermi al semaforo. Si affianca un auto sospetta (e va bè io mi insospettisco facilmente) un tizio con un'aria strana mi fa segno di abbassare il finestrino.
Obbedisco.
Lui mi dice TESTUALMENTE
"Do you know"
e fin qui mi sento carica: "ce l'ho ce l'ho" mi incoraggio
"where is"
Sempre meglio, le domande base, una passeggiata.
"Om dipo(L)"
Mi esce un "Sorry?" che prova a mascherare un più sincero: ehhhh?
Ok, non è come al corso. Che diamine è om ipol? Ah forse voleva dire Om people? Mi trovo davanti ad un soggetto bizzarro. chi sono sti om People e cosa vuol farci? Guardo il signore del finestrino sconsolata, scuoto la testa e mi giro verso il giocatore per dirgli: sgomma che questi sono gente pericolosa.
Invece lo sento rispondere gentilmente:
"yes, follow me"
Ho un marito sprezzante del pericolo, amante del rischio? Si, anche, ma non in questo caso.

Home depot, ecco forse prima di concentrare i mie sforzi sull'imparare l'inglese dovrei smettere di INVENTARMI le parole e aggiungere lettere a caso. Sono anni che leggo HOME DEPORT e mi sono pure costruita una storia mentale pensando che deport fosse un modo simpatico per dire importare. Un negozio che importa dall'estero cose per la casa, non faceva una piega!

3 commenti:

  1. Hahaha! bellissimo questo post :) anche io capisco sempre delle cose assurde, dovrei attaccarmi un cartello al collo con scritto "don't ask me for directions please"

    RispondiElimina
  2. Figurati che io ho serie difficoltà con la destra e la sinistra già in italiano. Ti lascio immaginare quello che posso combinare in inglese :)

    RispondiElimina
  3. Io dopo aver mandato uno da tutt'altra parte (cioè in california se dai un indicaiùzione sbagliata vuol dire che si fanno minimo 3 miglia per tornare indietro), ho deciso che faccio finta di non parlare inglese quando mi chiedono come arrivare in posti complicati

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...