lunedì 3 settembre 2012

L'estate sta finendo



Ero sulla Fifth avenue, all'altezza della 53th st, chiacchieravo felice e piena di entusiasmo raccontando alle mie amiche quanto sarebbe stato emozionante salire sul Top of the Rock. Avevo addosso i colori dell'estate: una maglia gialla e una gonna a fiori, con tante pieghe a sostituire le onde del mare.
Mi sentivo bene, sapete quando tutto è così perfetto che quasi non sembra reale, che non pare la vostra solita vita un po' sgarrupata, ma una di quelle fighe, tanto che vi sentite come un personaggio di un film? Ecco, proprio così.
Ad un certo punto passo sopra le grate della metropolitana, molto vicino a quelle grate e la gonna si alza! Ma non un po', proprio vola come fosse un aquilone, allora metto le mani sul davanti, l'abbasso, mi agito, arrossisco, mi giro su me stessa, fai la gira volta, falla un' altra volta. La gonna si alza da dietro a mo' di coda di pavone. Non c'è speranza, non c'è rimedio, sono condannata a rimanere in mutande davanti a millemila persone per sempre.
Poi il Fdmc mi solleva di peso e mi sposta appena un po' più in là. Era così semplice! Bastava togliersi dai tombini! E' che l'imbarazzo mi paralizza, mi impedisce di ragionare. 
Le mie amiche erano piegate dal ridere, maledette!
Ma poi ho riso anche io, perchè  è una figura colossale, una roba che se avessi voluto fare non ci sarei mai riuscita, ma anche una cosa a cui ho pensato spesso, santo cielo!
É una delle scene più celebri di tutta la storia del cinema e lei è Marilyn, Marilyn Monroe! Una mia grandissima passione, una di quelle donne che non mi stanco mai di guardare, di scrutare, di provare a capire, anche se solo attraverso fotografie, articoli e immagini stampate su pellicola.
Quindi la colpa è un po' mia, in fondo, perchè lo so che la vita è beffarda e si diverte a fingere di fraintendere i miei desideri, ad equivocare i miei pensieri.
Mi fa un sacco di promesse e qualcuna la mantiene pure, perchè diciamolo è proprio stronza, che se non rispettasse MAI la parola data io smetterei di fidarmi, le darei picche e arrivederci! Invece no, alle volte le cose vanno proprio come dovrebbero e quindi finisco per crederle, per darle un'altra possibilità.   Talvolta penso di amarla, la vita, perche mi regala momenti indimenticabili, mi fa conoscere persone speciali,mi scuote di emozioni, mi insegna tante cose, ma poi la odio per la tensione in cui mi tiene, per come mi mette alla prova, tende tranelli, complica le cose e conoscendo perfettamente i miei punti deboli riesce a mettermi in ginocchio.
Io ne ho parecchi di punti deboli, in effetti, quindi anche sparando a caso puoi riuscire a fare centro, ma ogni volta mi stupisco davanti alla sua abilità nel confezionar i suoi eterni ritorni, con cerchi che si richiudono e  ferite che si riaprono, sa colpire in pieno il bersaglio, tanto da farlo sanguinare.
Lei mi fa del male e io mi arrabbio, le uro addosso, scappo, mi nascondo, provo a sfuggirle, ma lei torna seducente e vestita di fresco, con un profumo avvolgente che sa di nuovo e mi riconquista.  Perchè niente mi riempie di meraviglia come la vita che mi sorride.
La temo, so che è più forte di me.
Parto già sconfitta ed è questa la mia unica vittoria.

No, non sto più parlando di quando la moglie è in vacanza, ma di quando l'estate sta finendo e tutto se ne va, iniziano i progetti, pesano i bilanci e sovvengono i ricordi.
Sto diventando grande, you know,  non mi va.


Bentrovati.


Ps: sarà che quando non si hanno più da comprare i quaderni e il diario nuovo Settembre perde gran parte del suo fascino? :)


51 commenti:

  1. Aaaaahhhh i quaderni e i diari.... I remember that too.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come dimenticarli? erano un rito irrinunciabile
      :)

      Elimina
  2. infatti per me quando andavo a scuola settembre l'adoravo, non era più caldo niente piscina o mare e allora andiamo a scuola almeno vedevo i miei amici. Ora invece aspetto le ferie ah ah ah

    RispondiElimina
  3. il 1° settembre è sempre un po' come se fosse Capodanno ... un nuovo inizio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero, però di solito si è un po' meno sbronzi :P

      Elimina
  4. Eh sì, lo ammetto, è capitato anche a me! Non su una grata ma in vari vicoli, a causa dei mulinelli di vento che, com'è come non è, finisce sempre che s'infilano sotto la gonna O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dove ti è successo?
      ma quanto è imbarazzante?

      Elimina
  5. bentornata :-D
    peccato non ci sia una foto in versione Marilyn. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessuna prova! Per fortuna l'ilarità che le ha travolte, ha impedito loro di fare le foto :)

      Elimina
  6. l'ultima parte fa quasi male per quanto è vera :/ brutta/bella bastarda questa vita...

    RispondiElimina
  7. odio settembre :(
    ma bellissima la storia della gonna :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Settembre è un di quei mesi che non lascia indifferenti, ha un una forte personalità :)

      Elimina
  8. E perché non te lo compri un bel quaderno nuovo? Io ricomincio a insegnare in Soagna, l'eterno ritorno e la vita fa centro anche con me, per ora tutto bene, poi qua i tombini non ci sono e la gonna non la porto, menomale! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io quest'estate le ho portate tantissimo invece, perchè ho affrontato un caldo mai conosciuto in precedenza, che m'ha convinta!

      Elimina
  9. Ahah forte questo episodio. Il vento di NY sa essere burlone! :)

    RispondiElimina
  10. Le riflessioni che hanno inizio da un semplice, banale quanto divertente episodio della nostra vita sono di certo le migliori. Ti ritrovi a capire certi meccanismi che avevi impiegato mesi per farteli entrare in testa. Trovi la soluzione, la via d'uscita, la morale a quel problema che ti stava affligendo. Arrivi al punto, tocchi il fondo, vedi la luce.

    Sono queste le riflessioni più belle: partono dal niente e offrono la soluzione a tutto. Ti aiutano a crescere e a inserire un altro tassello in quell'immenso puzzle che è la vita!

    Ps: spero almeno che il tuo underwear fosse all'altezza della situazione! ;)

    http://almenounmilionediscale.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah è stato uno dei motivi che ha accentuato l'ilarità e non aggiungo altro


      (sto ancora cercando la via d'uscita)

      Elimina
  11. qua primo weekend di tempo autunnale e cucina in tono... ho rivisto ieri sera everybody says i love you di w.allen e ho ripensat quanto vorrei visitare new york soprattutto in autunno...ma ci sei tu, che mi ci porterai a spasso coi tuoi post e le tue foto.
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Valentina!
      Ma lo sai che io da quando vivo da questa parte dell'oceano ho fatto pace con l'autunno?
      Anzi direi che adesso è una delle mie stagioni preferite, mentre prima lo detestavo

      Elimina
  12. Io adoro settembre, tutti i propositi e i progetti che poi qualcuno si doverte a scombinare e a far saltare! :D

    A parte la gonna che si alza e le guance che diventano rosse, NY ha trovato la sua nuova Marilyn... mancano i diamonds! :D :D

    Bentornata, era ora!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahhahah
      prossima volta un bel video con vestito rosa shocking!

      Grazie mille, dolcezza!

      Elimina
  13. Una di quelle scene da fare almeno una volta nella vita! Ahahah

    RispondiElimina
  14. Il 'back to school' che ora leggo solo sui volantini del supermercato aveva un suo fascino. Comprare la Smemo ancora in vacanza perchè c'era il rischio di non trovarla della combinazione colore desiderata...

    Ho scritto qualche giorno fa un post sul diventare grande, anche a me non va più di tanto ma, you know, è inevitabile:(

    La scena di Marylin, da annali quella del film e immagino ora il tuo remake per te e le tue amiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e lo so, Lucy, lo so sto provando a farmene una ragione.

      Io quel volantino me lo studiavo con un'attenzione maniacale!, prima di andare al supermercato (tutti insieme) e passare una delle giornate più memorabili dell'anno!

      Elimina
  15. giornata malinconica questa... e la storiella della gonna ci voleva! la scelta del diario era effettivamente una delle poche cose buone di settembre... quasi quasi me ne compro uno quest'anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai dai compralo!
      Io ho provato a guardarmi in giro, ma qui la situazione non mi pare rosea come da noi http://www.amazon.com/gp/search/ref=sr_kk_3?rh=i%3Aoffice-products%2Ck%3Ajournals+and+diaries&keywords=journals+and+diaries&ie=UTF8&qid=1346759966

      Elimina
  16. Io quaderni e diario continuo a comprarli per sentirmi sempre gggiovane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e fai bene!
      io mi sono comprata una moleskine sto giro, per sentirmi mediamente giovane LOL

      Elimina
  17. ma sono l' unica che andava a scuola il primo di ottobre? Fino alle medie pero'......... bentornata .Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il primo di ottobre?????
      ci si può trasferire, viaggiando indietro nel tempo?

      Grazie

      Elimina
    2. sigh..... siete talmente giovani da non ricordare che tra gli anni '60/70' si tornava a scuola il 1”ottobre!!!!! sono proprio" antica" xoxo

      Elimina
    3. Io me lo ricordavo, ma solo per via di un fratello più grande che non voleva compiere i sei anni a fine settembre per non dover andare a scuola la settimana dopo.
      Io compiendoli a fine agosto non mi ero mai posta il problema... tolto che ho amici che mi dicono che ho una pessima data di compleanno.
      (E gli abitanti di New Orleans sarebbero d'accordo!)

      Rabb-it

      Elimina
    4. Cristina io sono così giovane che non mi ricordo. Niente, manco cosa ho mangiato ieri :))

      Elimina
  18. Anche se abbiamo finito di andare a scuola, Settembre avrà sempre quel retrogusto da nuovo inizio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche perchè gli esami non finiscono mai :P

      Elimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Io in onore dei vecchi tempi ho fatto scorta di matite colorate...quelle con la punta grossa nelle varie tonalita' pastello: quanto mi piaceva sottolineare e cerchiare le parole chiave sui libri!!! Ora le uso per spuntare le spese della carta di credito...e mi diverto un po' meno :(

    Sara' l'eta' che aumenta ma l' autunno, che ho sempre considerato una stagione da vecchi, mi sta affascinando sempre di piu' e lo accolgo con grande piacere!
    Un abbraccio,Patty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e hai fatto benissimo!
      Anche io ero una sottolineatrice incallita!

      Un abbraccio forte
      Mi

      Elimina
    2. Ops ma cosa e' successo ai miei commenti? Giuro che non sono una megalomane...dev'essere impazzito qualcosa! Sorry

      Elimina
    3. pensavo volessi sottolineare il concetto ;)

      Elimina
  23. Ti adoro, per come riesci a descrivere in maniera semplice la vita!! :)

    RispondiElimina
  24. Sì è vero, senza quaderni, penne e diario settembre non è più quello di una volta

    RispondiElimina
  25. io non ho mai amato settembre, perchè il mio compleanno era sempre la settimana che precedeva l'inizio della scuola, ricordo che i miei 18 anni furono di domenica e il lunedì iniziò la scuola... non mi è mai piaciuto settembre e tutt'ora confesso di non amarlo, chiedo a mia madre il perchè di aver scelto proprio settembre! Però in fondo in fondo lo amavo anche, daltronde sono due facce della stessa medaglia :-)
    Mi piacerà quest'anno seguire un pò di vicende newyorkesi!
    Buon fine settimana
    ...Giusy...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...